Con velocità di taglio s'intende la velocità periferica tangenziale della mola espressa in metri al secondo. Variando la velocità di taglio è possibile influenzare la durezza dinamica di un utensile da rettifica. L'aumento della velocità comporta una durezza dinamica superiore, cosa che si ripercuote positivamente sulla durata tra due riprofilature e sul mantenimento della forma di una mola. Al contrario l‘aumento di velocità può comportare una diminuzione dell‘effetto di autoaffilatura per cui la mola tende ad impastarsi più facilmente e quindi perde in taglienza.

Di conseguenza, se una mola tende ad impastarsi (cosa che si verifica spesso a livello pratico) si può ovviare all'inconveniente riducendo la velocità di taglio. Questo si ripercuote positivamente sull'autoaffilatura e la mola riacquista nuovamente la sua capacità di taglio

Velocità di taglio raccomandate



Avvertenza:
In caso di velocità di taglio superiori a 30 m/sec. occorre prestare particolare attenzione al raffreddamento (a tal proposito, fare riferimento al capitolo «Raffreddamento» a pagina 34).

In caso di rettifica in tondo interna (usando mola con gambo), i valori indicati devono essere ridotti del 30% - 50%.

Formula per determinare la velocità di taglio
Vs = Velocità di taglio in m/sec.
D = Ø della mola in mm
Ns = Velocità della mola in giri/min.



Su tutte le mole DIAMETAL è indicata la velocità massima di utilizzo:

Diamant: Vmax. 63 m/s
CBN: Vmax. 80 m/s

 



Events

Non abbiamo eventi nel prossimo futuro.